Annea

Annea

VIA CRUCIS MP3 DA SCARICA

Posted on Author JoJotaxe Posted in Sistema


    I Stazione Gesù è condannato a morte, Scarica come MP3. II Stazione Gesù è caricato della Croce, Scarica come MP3. III Stazione Gesù cade per la prima volta. Libretto della Via Crucis Scarica come mp3, conclusione, Via Crucis di M. Luzi ( Calvario Ungaro) Scarica come mp3. Apparizioni dell'Angelo: Loca do Cabeço. Via Crucis con audio mp3 per ripercorrere il cammino della passione, morte e risurrezione di Fate o mio Gesù che nella via della croce io apprenda a temervi e ad amarvi e a benedirvi per sempre. . La Via Crucis è gentilmente offerta da Via Crucis molto bella, recitata bene, ma non è possibile scaricare i file mp3. radio maria: una raccolta di catechesi varie e non solo da scaricare qui di seguito . scarica Catechesi Del via crucis due versioni in mp3 scarica. racconti di.

    Nome: via crucis mp3 da
    Formato:Fichier D’archive (mp3)
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 7.59 Megabytes

    Chiariamoci subito il vero significato di questo termine che non è affatto una parolaccia o una offesa alle persone. Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anàtema! Infatti, è forse il favore degli uomini che intendo guadagnarmi, o non piuttosto quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se ancora io piacessi agli uomini, non sarei più servitore di Cristo!

    Negare questa grave situazione a cui assistiamo oggi, è da stolti per chi sa e finge di non vedere, e da incoscienti per chi è in buona fede, ma rifiuta la verità.

    Il Vangelo e il Santo del giorno

    Paolo Segneri iuniore, celebre missionario, in tutte le sue missioni faceva sempre la predica della devozione a Maria, e questa egli chiamava la sua predica diletta.

    E noi nelle nostre missioni, dove abbiamo per regola di non tralasciar mai la predica della Madonna, possiamo attestar con tutta verità, che niuna predica riesce per lo più di tanto profitto e compunzione a' popoli, quanto questa della misericordia di Maria. Dico della misericordia di Maria; poiché dice S. Bernardo che noi lodiamo la sua umiltà, ammiriamo la sua verginità, ma perché siamo poveri peccatori, più ci alletta e piace il sentir parlare della sua misericordia: mentre questa più caramente abbracciamo, di questa più spesso ci ricordiamo, e questa più spesso invochiamo: Laudamus humilitatem, miramur virginitatem, sed miseris sapit dulcius misericordia: misericordiam amplectimur carius, recordamur saepius, crebrius invocamus Ser.

    IV, de Ass. Padri e gli autori più celebri hanno detto della misericordia e della potenza di Maria. E perché nella grande orazione della Salve Regina, approvata già dalla stessa Chiesa, ed intimata da lei a recitarsi per la maggior parte dell'anno a tutto il clero regolare e secolare, vi si ritrovano a meraviglia descritte la misericordia e la potenza della Ss.

    Via crucis. Ripercorriamo il cammino della passione

    Devoto lettore, se mai vi gradisce, come spero, questa mia Operetta, vi prego di raccomandarmi alla santa Vergine, acciocché mi doni una gran confidenza nella sua protezione. Questa grazia per me cercate, e quest'ancora io vi prometto di cercare per voi, chiunque siete, che mi fate questa carità.

    Oh beato chi si afferra coll'amore e colla confidenza a queste due ancore di salute, dico a Gesù ed a Maria; certamente che non si perderà.

    Diciamo dunque di cuore, lettor mio, ambedue col devoto Alfonso Rodriguez: Iesus et Maria, amores mei dulcissimi, pro vobis patiar, pro vobis moriar; sim totus vester, sim nihil meus Ap. Amiamo Gesù e Maria, e facciamoci santi, che non v'è fortuna maggiore di questa che possiamo pretendere e sperare. A vederci un giorno in paradiso a' piedi di questa dolcissima Madre e di questo amantissimo Figlio, a lodarli, a ringraziarli ed amarli insieme a faccia a faccia per tutta l'eternità.

    Il quadro bruciacchiato S. Alfonso de' Liguori prese parte a un corso di esercizi spirituali nella casa della Missione di Napoli, esattamente il 26 marzo Alfonso era allora un brillante giovane cavaliere e un distinto avvocato nel foro napoletano. E bisogna intendere che tutte le morti che accadono agli uomini di mala vita, tutte sono improvvise, ancorché l'infermità dia qualche spazio di tempo; poiché i giorni di quella infermità mortale sono giorni di tenebre, giorni di confusione, nei quali è difficile, anzi moralmente impossibile l'aggiustare una coscienza imbrattata di peccati.

    Dimmi, fratello mio, se ora ti ritrovassi in punto di morte disperato dai medici e già ridotto in agonia, quanto desidereresti un altro mese, un'altra settimana di tempo per aggiustare i conti da rendere a Dio? E Dio già ti dà questo tempo, e ti chiama e ti fa conoscere il pericolo in cui stai di dannarti. Presto datti a Dio; che aspetti? Aspetti che proprio Dio ti mandi all'inferno?

    Sappiti servire di questa luce e di questo tempo che ora Iddio ti dà, e rimedia ora che puoi; perché verrà tempo nel quale non potrai più rimediare. Amore a Dio S'inculchi ancora più volte l'amore a Dio. Chi non prende amore a Dio, ma si astiene dal peccare solo per timore dell'inferno, sta in pericolo di tornare a cadere, quando cessa quella viva apprensione di timore. Ma chi giunge ad innamorarsi di Gesù Cristo, difficilmente cadrà più in peccato mortale.

    Sant'Alfonso Maria de Liguori Spesso si parli de' novissimi, della morte, del giudizio, dell'inferno, del paradiso e dell'eternità. Pensiero di Sant'Alfonso de Liguori, fondatore dell'ordine religioso dei Redentoristi.

    Circa la devozione necessaria nel celebrare la Messa [ È noto che l'uso del manipolo fu introdotto per comodo di asciugare le lagrime; poiché anticamente i preti, celebrando, per la devozione non facevano altro che piangere. Già si è detto che il sacerdote all'altare rappresenta la stessa persona di Gesù Cristo [ Si osservi con quale attenzione ordinariamente dai sacerdoti si celebra la Messa. A costoro bene starebbe detto quel che rimproverava Clemente alessandrino ai sacerdoti gentili, cioè ch'essi facevano diventar scena il cielo, e Dio il soggetto della commedia: O impietatem!

    Ma no, che dico, commedia? E per la Messa che attenzione vi pongono? Parole mutilate, genuflessioni che sembrano piuttosto atti di disprezzo che di riverenza, benedizioni che non si sa che cosa siano, si muovono per l'altare e si voltano in modo che quasi muovono a ridere, complicano le parole colle cerimonie, anticipandole prima del tempo prescritto dalle rubriche; [ Come dicono alcuni la Messa?

    Sarà stato due ore a ciarlare inutilmente o a trattare faccende di mondo, e poi tutta la fretta dove la mette? Per rendere il brano più facilmente comprensibile ho tradotto in italiano corrente i termini desueti e ho effettuato qualche piccolo ritocco all'ortografia]. Umiltà L'umiltà e la mansuetudine furono le due virtù dilette di Gesù Cristo, nelle quali singolarmente volle essere imitato da' suoi discepoli.

    Altro non è nostro che la miseria e la colpa. E che altro siam noi che un poco di polvere puzzolente, infetta di peccati? Se vedeste un mendico che si gloriasse d'una veste ricamata che gli è posta sopra, non lo stimereste un pazzo? Tanto più poi sono di Dio i doni di grazia che ci fa, e noi gl'imbrattiamo con tanti nostri difetti, distrazioni, fini disordinati ed impazienze [ Paolo [ Girolamo, a s. Paolo fu dato lo stimolo della carne per ammonirlo a conservarsi umile [ Alfonso tratto da "Selva di materie predicabili"].

    È molto importante fare spesso degli atti di carità verso Dio. A tal proposito riporto, con l'esplicito incoraggiamento del mittente, una lettera di un caro lettore del blog alla quale segue la mia risposta.

    Via Crucis (con audio mp3)

    Oggi, approfittando sempre della tua disponibilità, volevo un tuo parere su qualcosa che mi tocca personalmente in questo periodo. Noi non diamo etichette a nessuno, men che meno al Pontefice per il quale, piuttosto, soffriamo e preghiamo, e da lui riceviamo — semmai — epiteti spesso diffamatori, falsi, offensivi, dispregiativi.

    E come reagire? Guardati bene da costoro!

    Hai letto questo?TUTO CRATI SCARICARE

    Del resto, tutti quelli che vogliono vivere piamente in Cristo Gesù saranno perseguitati. Ma i malvagi e gli impostori andranno sempre di male in peggio, ingannatori e ingannati nello stesso tempo Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole. Molti seguiranno le loro dissolutezze e per colpa loro la via della verità sarà coperta di impropèri.

    Promettono loro libertà, ma essi stessi sono schiavi della corruzione. Capito bene?


    Articoli simili: