Annea

Annea

SCARICA CUBO DI RUBIK DA

Posted on Author Digore Posted in Sistema


    risolvere un Cubo di Rubik mescolato. Inserisci i colori del tuo puzzle, clicca il tasto Risolvi e segui le istruzioni che ti vengono fornite dal programma. Scarica l'ultima versione di Rubik Cube: Risolvere il cubo di Rubik sul tuo Altri programmi da considerare Il mitico gioco di parole per Windows Download Tutorial per il Cubo di Rubik apk for Android. Impara il metodo più rapido per risolvere il cubo di Rubik. Download cubo di Rubik apk for Android. Con Rubik Cube 3D, puoi persino controllare il cubo e iniziare da qualsiasi stato particolare.

    Nome: cubo di rubik da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 59.89 MB

    Come creare rapidamente un modello Excel personalizzato per risparmiare tempo Qual è il modo più semplice per risolvere un cubo di Rubik? Il cubo di Rubik è uno di quei puzzle che sono infinitamente affascinanti per le persone di tutte le età. Questi 10 stupefacenti progetti di Lego Mindstorm ti mostreranno cosa intendo. Leggi di più. Puoi risolvere 5 dei più difficili puzzle di logica di Internet?

    Croce: la croce è il punto di partenza per completare il cubo con questo metodo.

    Per fare la croce non esistono algoritmi , ma bisogna andare a intuito. Le parti che formeranno la croce saranno la parte centrale di una faccia e gli spigoli a essa adiacenti.

    Inoltre bisogna tenere conto che lo spigolo deve essere allineato sopra la corrispettiva faccia; per esempio lo spigolo bianco-arancione, la parte bianca andrà vicino alla faccia centrale bianca e quella arancione deve essere allineata alla parte centrale arancione. Prima faccia: dopo aver fatto la croce ed aver allineato bene gli spigoli con le loro corrispondenti facce centrali, si devono portare gli angoli sulla faccia dove si è fatta la croce per completarla. Ogni angolo ha 3 quadratini; uno dei quali sarà quello che dovrà essere portato sulla faccia di partenza.

    Gli altri due colori corrispondono a due delle facce laterali, le quali avranno la faccia centrale e lo spigolo sopra già allineato.

    Tutorial per il Cubo di Rubik

    Ogni angolo deve essere posizionato tra i rispettivi colori delle facce centrali; ad esempio l'angolo bianco-rosso-blu andrà posizionato tra la faccia con il centro rosso e quello blu. Per posizionare gli angoli senza disfare la croce bisogna semplicemente muovere i due strati della faccia con la croce, che non sono interessati di quell'angolo, verso il basso e poi riposizionarlo come prima.

    Dopo aver completato tutti e quattro gli angoli la faccia sarà completata e anche il primo strato, ovvero quello che si trova nelle facce laterali rispetto a quella di partenza e che è direttamente collegato con essa posizionato sopra il centro della faccia laterale.

    Secondo strato: il secondo strato coinvolge le quattro facce laterali. Il secondo strato è quello che comprende il quadratino centrale di una faccia per completarlo bisogna posizionare gli spigoli in quello stato. Qui ci troviamo davanti al primo algoritmo cioè un movimento fisso che permette di posizionare un determinato spigolo nella sua posizione ricordiamo che per completare la croce e la prima faccia non c'erano algoritmi, ma andava ad intuito.

    Micro-corso Cubo di Rubik

    L'algoritmo non è sempre lo stesso, infatti ce ne sono diversi per completare questo strato, ma sono tutti efficienti. Nel secondo strato abbiamo già la parte centrale posizionata e quindi si deve mettere a posto gli spigoli ad essa adiacenti; ad esempio nella faccia rossa, che è collegata con quelle blu e verdi, bisogna posizionare gli spigoli rosso-blu e rosso-verdi adiacenti alla faccia centrale. Dopo averlo completato ci saranno da completare il terzo strato e l'ultima faccia.

    Completare il cubo: questo passaggio è il più difficile non solo perché in alcuni metodi per risolvere questo strato ci sono quattro algoritmi, ma anche perché è la più lunga da completare. Si inizia formando una croce nella faccia opposta a quella di partenza e quella già completata la faccia opposta al bianco è il giallo, quella del rosso è l'arancione, quella del blu è il verde.

    Cambia lingua

    Questo vale per la versione originale del cubo, nelle altre versioni i colori possono essere differenti. La croce non deve essere rigorosa come quella della prima faccia; infatti nella prima gli angoli andavano posizionati dopo, in questa gli angoli possono essere anche tenuti insieme alla croce.

    Dopo aver fatto la croce si guarda lo spigolo che comprende il quadratino della croce nella faccia opposta a quella di partenza e la faccia centrale del terzo strato, l'ultimo da completare. Lo spigolo deve andare sopra gli alti due già posizionati.

    Gli spigoli devono essere tutti posizionati correttamente per andare avanti. Se invece sono posizionati male si prende una faccia in cui lo spigolo è posizionato bene e si parte con un algoritmo per posizionarli tutti bene. Il secondo caso è quello più frequente e anche in caso di spigoli posizionati male con l'algoritmo che si farà non distruggerà il lavoro fatto prima.

    Ora si devono posizionare gli angoli. Qui dobbiamo trovare dagli angoli posizionati bene o orientati bene. Posizionati bene significa che i tre quadratini dell'angolo si trovano in mezzo alle tre facce corrispondenti ma in una posizione sbagliata, orientati bene vuol dire che la posizione di cui stavamo parlando prima, è giusta.

    Ad esempio l'angolo giallo-blu-rosso è posizionato bene quando il quadratino giallo è sulla faccia rossa, quello rosso su quella blu e quello blu su quella gialla.

    Orientato bene vuol dire che il quadratino giallo è sulla faccia gialla, quello blu su quelle blu, quello rosso su quella rossa.

    Partendo da un angolo posizionato o orientato bene si parte con un altro algoritmo che andrà a posizionarli bene tutti. L'ultimo passaggio consiste nell'orientare bene tutti gli angoli completando il terzo strato e la faccia opposta a quella di partenza. Qui ci vuole ancora un algoritmo, non difficile da memorizzare, ma molto rischioso perché questo algoritmo non manterrà fisse le posizioni della faccia di partenza e il secondo strato ma le scombinerà per poi rimetterle a posto.

    Dopo questo algoritmo il cubo sarà completato.

    Ha il vantaggio di non disfare quasi mai la parte del cubo che si è già costruita. Il metodo Fridrich , che prende il nome dalla sua inventrice, Jessica Fridrich , raggruppa secondo-terzo, quarto-quinto, sesto-settimo passaggio del metodo a strati in singoli passaggi.

    Esso è il metodo generalmente più veloce, ed il più usato dagli speedcuber professionisti. Se continui a navigare significa che accetti di utilizzarli. Per ottenere maggiori informazioni leggi la nostra politica sulla privacy. Immagini, Loghi e Nomi aziendali: Le immagini e i loghi vengono prelevati da fonti pubbliche su Internet ed accessibili a tutti. Inoltre non siamo collegati in nessun modo con i marchi e i nomi aziendali che presentiamo nel nostro sito attraverso le guide.

    Se ritieni che un'immagine inserita nel nostro sito sia coperta da copyright ti invitiamo a segnalarcelo, in questo modo la rimuoveremo con atto immediato. Non vogliamo infrangere il copyright in nessun caso, quindi contattaci pure.


    Articoli simili: