Annea

Annea

PULSIONALE SCARICARE

Posted on Author Mesar Posted in Sistema


    La pulsione è un concetto sviluppato da Sigmund Freud per dare una spiegazione ai moventi una scarica della tensione provocata dalla spinta pulsionale. In ambito psicologico il termine pulsione (dal latino pulsio, derivato da pellere, una meta che rappresenta l'azione di scarica o di soddisfazione della tensione. Il termine pulsione ha nella storia della psicoanalisi un significato fortemente inteso come una vera e propria scarica delle sostanze (la libido) accumulate. A tale aumento segue un tentativo di scarica motoria che si traduce tenta di trovare, in modo allucinatorio, una possibilità di scaricare la tensione pulsionale.

    Nome: pulsionale
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 46.86 Megabytes

    L'approccio teorico della sua metapsicologia affronta sempre il funzionamento psichico da tre punti di vista: dinamico, topico ed economico. DINAMICA è la considerazione dei fenomeni psichici, che risultano dai conflitti e dalla composizione di forze di origine pulsionale; da una parte le forze legate a bisogni e desideri rimossi dalla coscienza, dall'altro le forze legate ai valori e alle necessità dell'Io, ovvero le difese.

    ECONOMICA è la considerazione che si fonda sull'ipotesi che i processi psichici consistano nella circolazione e distribuzione dell'energia pulsionale, suscettibile di quantificazione, cioè di equivalenze, aumenti o diminuzioni. Prende in considerazione la quantità di energia di cui le forze psichiche sono cariche e premono per il soddisfacimento. Il funzionamento dell'energia L'energia che alimenta le forze operanti nell'inconscio è libera, spinge direttamente e ciecamente verso la scarica, mentre quella nel preconscio e conscio è legata, viene controllata in modo da ritardare la scarica.

    La motilità dell'energia è significativa perché sottolinea come questa possa essere veicolata da un oggetto all'altro, ad esempio nell'isteria da conversione quando l'energia che in un primo momento alimentava un desiderio sessuale inconscio va successivamente ad alimentare i processi biologici che determinano un disturbo somatico.

    Lacan propose una volta di tradurre Trieb con attrazione.

    Le pulsioni andrebbero, dunque, giustapposte alle relazioni umane. Si tratta di situazioni umane, purtroppo frequenti.

    Fra i tanti autori che leggo, preferisco ancora e sempre Lacan in quanto egli ha affrontato decisamente le situazioni cliniche ed i concetti a volte confusi e contraddittori- ammettiamolo di Freud su cui il padre della psicoanalisi si arrestava pulsione, pulsione di morte, angoscia, psicosi e suo trattamento, allucinazione, suicidio, aggressività, tornaconto secondario, reazione terapeutica negativa, femminilità, ecc. Celebre è un passaggio clinico del caso Dora in cui, quando ella aveva 14 anni, venne baciata dal Signor K.

    Lacan legge, invece, questo passaggio del caso Dora anche in termini di relazione ed, esattamente, di relazione identificatoria: ella si identifica con il Signor K. Saltando sicuramente molti passaggi, uno fra gli autori più interessanti della corrente analitica intersoggettiva come Stolorow parla tuttora nelle sue opere di istinto e di impulso.

    Freud modifica la sua posizione riguardo a quali siano le forze in gioco ma rimane sempre fedele ad una concezione fondata su due diverse pulsioni che si contrappongono entrando in conflitto fra loro o che si rafforzano a vicenda.

    Scuola di Psicoterapia: Bisogni o Pulsioni?

    Questo concetto ha subito diversi rimaneggiamenti nel corso della vita di Freud e, a questo proposito, è bene parlare di tre principali momenti riguardo alla concezione freudiana della pulsione.

    Le prime sono, essenzialmente, considerate pulsioni inconsce, forze rimosse che si accumulano.

    Si rivela a questo punto nella sua verità il detto che non è facile per nessuno essere contemporaneamente servitore di due padroni. Si è indicato detto stadio col nome di narcisismo ma io propendo per il termine di narcismo. Quando vi è un narcisismo patologico, ad esempio nei soggetti psicotici, si trova una massiccia fissazione della libido a questo livello e non vi sarebbe quello sviluppo della pulsione sessuale verso gli oggetti estranei.

    La dimensione quantitativa delle due pulsioni viene dunque concepita, in questo secondo tempo della teoria freudiana sulle pulsioni stesse, come inversamente proporzionale. Freud chiarisce la differenza fra libido e pulsione introducendo il concetto di narcisismo.

    Allo stesso modo la libido oggettuale sarebbe il versante visibile della pulsione sessuale. Se infatti Freud aveva supposto il sadismo come primario ed il masochismo quale rivolgimento contro di sé della dimensione sadica, a questo punto della sua opera ribalta tale concezione.

    Continua a leggere:

    La pulsione di morte, più pulsionale, anziché cercare il piacere funziona al di là del principio di piacere. Le pulsioni sessuali tendono ad unire. La sanità, almeno nella concezione di Freud, consiste in un certo impasto pulsionale.

    La pulsione avrebbe pertanto, in comune con gli istinti , un'origine biologica. Le pulsioni si svilupperebbero in maniera plastica, con un'economia idonea a dare soddisfazione ed a scaricare la carica di energia somatica.

    Il concetto fu definito da Freud stesso come "psicobiologico". Gli elementi costitutivi della pulsione sono: spinta, fonte, oggetto e meta. Nelle lingue neolatine il termine pulsione, non usato nel linguaggio comune, ha mantenuto nell'opinione corrente il connotato biologistico freudiano, nonostante questo non sia più mantenuto tra gli psicoanalisti.


    Articoli simili: