Annea

Annea

MOJAVE SU MAC NON SUPPORTATI SCARICARE

Posted on Author Arashishakar Posted in Sistema


    Come installare Mojave su Mac non supportati. 8 Nov, Se stai leggendo questo articolo molto probabilmente è perché come me hai un Mac che. La beta di macOS Mojave di quest'anno e futuri update, inclusa la versione finale che arriverà in autunno, non può essere ufficialmente. Utilizzando il patcher di DosDude1, puoi installare Mojave su Mac non ufficialmente supportati. Se ancora vi trovate bene con i vostri vecchi Mac e magari avete anche sostituito l'HDD con un SSD ma non potete comunque installare.

    Nome: mojave su mac non supportati
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi:MacOS iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 19.39 MB

    In questo articolo mostro come installare un recente sistema macOS Mojave Purtroppo Mojave per funzionare bene necessita del supporto a Metal e questo taglia fuori molte macchine tra cui MacBook Pro non retina e iMac fino al , solo per citarne alcune tra le macchine più diffuse. Non tutti i Mac sono compatibili ufficialmente con la tecnologia Metal; quelli sicuramente compatibili sono:.

    Potete provare ad installare Mojave sul vostro Mac vintage ma considerate che potrete avere qualche problema di incompatibilità per cui fatelo su una macchina di prova o comunque effettuate sempre un backup completo con Time Machine o — ancora meglio — una clonazione del vostro hard disk su un altro disco con programmi di clonazione tipo Carbon Copy Cloner. La condizione di partenza è un MacBook Pro 17 versione 5.

    La condizione di partenza è un sistema macOS

    Anzitutto c'è un atteso dark mode, ovvero le tonalità chiare dell'interfaccia diventano scure, per consentire una maggiore concentrazione dell'utente sul lavoro e sui contenuti del desktop.

    Ma la vera svolta si chiama Desktop Stacks, ed è una funzionalità che porta su ogni singola cartella presente sul desktop un approccio di visualizzazione e utilizzo identico a quella che ha, nelle precedenti versioni di MacOS, la cartella download all'interno del dock. Insomma addio desktop pieni di icone inutili e spesso inutilizzate, ora il sistema operativo pensa a organizzare il caos che ogni utente inevitabilmente crea sul desktop.

    Come installare macOS Mojave sui Mac non supportati

    Immediatamente visibile è poi il nuovo funzionamento degli screenshot, ora uniformato a quello di iOS. Interessante e utile anche se un po' geeky la possibilità di automatizzare diverse funzioni in un'unica azione rapida, un concetto molto simile a quello delle Siri Shortcuts appena arrivate su iOS solo che quelle sono mutuate da Workflow, app acquisita da Apple recentemente, qui c'è il caro vecchio Automator di MacOS a gestire tutto.

    Il nuovo desktop è effettivamente un aiuto alla produttività, l'altra novità chiave è l'aggiornamento del browser Safari, con due occhi di riguardo alla sicurezza di navigazione e alla protezione dei dati personali. Qui Apple ha decisamente fatto un salto avanti, Safari ora oltre ad essere il più veloce browser su Mac è anche quello più blindato.

    Safari è un asset fortissimo di MacOS, e infatti Apple se lo tiene ben stretto, non c'è più una versione Windows da un bel po' ormai. La convergenza tra piattaforme.

    Quello adottato da Apple è da sempre un approccio che produce semplicità di gestione per l'utente.

    Un esempio di funzionamento, le note spese in viaggio, con scontrini e ricevute che vanno regolarmente perse: si scatta una foto, il documento è già sul Mac, e il nuovo desktop "intelligente" lo mette assieme agli altri in uno stack sul desktop. L'idea di Mojave insomma è l'efficienza, senza dimenticare l'estetica.

    Del dark mode abbiamo detto, è utile e gradevole, ma per chi cerca solo l'effetto "Wow" ora ci sono due sfondi dinamici che cambiano insieme allo scorrere del tempo per riflettere l'ora del giorno, come accade nel wallpaer con la duna che muta nelle ombreggiature dall'alba alla notte.

    Non è indispensabile, certo, ma da vedere è uno spettacolo. Ancora, anche la gestione demotica dell'app Home arriva sui Mac, riprendendo il funzionamento di quella iOS: i dispositivi connessi delle abitazioni possono essere gestiti ora anche da desktop.

    Come eseguire l'aggiornamento a macOS Catalina

    Anche il Mac App Store cambia - e anche qui, finalmente - aggiornandosi ad una versione che riprende l'esperienza iOS, con una "curation" dei contenuti che lo distanzia parecchio e in meglio dal luogo un po' abbandonato che sembrava fino a High Sierra. Hai installato macOS Mojave ma stai avendo problemi o credi che le prestazioni del Mac siano calate?

    Prima di procedere ti consiglio di leggere la guida su come preparare il Mac a macOS Mojave in cui troverai consigli utili su come svolgere le operazioni preliminari di un aggiornamento. Se hai definitivamente deciso di installare Mojave da zero, devi necessariamente tenere a portata di mano i seguenti strumenti:.

    Introduzione

    Hai fatto il backup del Mac? Hai tutto il materiale necessario a disposizione? Per inizializzare il disco del Mac e quindi formattarlo distruggendo qualsiasi dato contenuto in esso per ottenere un hard disk libero da ogni file inutile: spegni il Mac e collega la penna USB di mac OS Se ti viene richiesto di specificare una lingua ed una tastiera, seleziona Italiano.

    Nota bene: le immagini della guida mostrano gli screenshot di macOS High Sierra ma resta simile la procedura per macOS Ora sei nella schermata principale del supporto avviabile di mac OS Mojave: dalla finestra centrale scegli Utility disco.

    Per formattare il Mac seleziona il disco fisso del computer che compare in alto a sinistra solitamente chiamato Machintosh HD e clicca sul pulsante Inizializza che compare in alto al centro.

    Accanto a formato specifica Mac OS esteso journaled e conferma cliccando su Inizializza.


    Articoli simili: