Annea

Annea

DEFIBRILLATORE JOULE SCARICA

Posted on Author Kegami Posted in Libri


    Il defibrillatore manuale è un dispositivo in grado di effettuare la defibrillazione delle pareti Si applica una scarica da joule, con scariche successive da a joule: dopo una terza scarica vengono utilizzati anche mezzi di supporto e. Sei in: Home / Il defibrillatore automatico esterno (DAE) ( joule) che è meno dannosa per il miocardico rispetto a una normale scarica monofasica. Il defibrillatore è un dispositivo salvavita che rileva anomalie nella frequenza cardiaca ed eroga una scarica elettrica per ripristinare il battito del cuore. più energia a Joule più bassi, riducendo i danni miocardici e cerebrali. Di solito più è alta l'energia (il massimo è di Joule) più è efficace la scarica di defibrillazione, anche se ciò che rende efficace una.

    Nome: defibrillatore joule
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 26.59 Megabytes

    Ma ci sono conseguenze per il soccorritore? Questo è il ritornello insegnato durante tutti i corsi di BLSD, da utilizzare prima di erogare la scarica di un defibrillatore. Ridurre al minimo le interruzioni nel ciclo di compressioni toraciche sta progressivamente guadagnando maggiore interesse come metodo per migliorare la qualità della manovra di rianimazione cardiopolmonare e garantire un outcome migliore. Migliaia di pazienti sono trattati ogni anno utilizzando scariche ad alto voltaggio.

    Ciononostante, raramente sono stati riportati casi di infortuni riguardanti i soccorritori. Sebbene il numero degli eventi negativi non sia pari a zero, i dati di sicurezza riguardanti tali dispositivi sono considerati ampiamente accettabili.

    La " modernita' " al giorno d'oggi e' principalmente legata solo ai materiali ed al software.

    In merito all'energia erogata, il LP , come d'altra parte i DAE piu' costosi, permette di erogare un numero di J liberamente programmabile per ognuna delle 3 scariche. Nel dettaglio, puoi settare un range di energie da J a J con intervalli di 25J.

    È pericoloso usare un defibrillatore?

    In tutti i casi la decisione di quanta energia erogare, se sempre uguale o crescente e quanta, dipende solo e soltanto dalla CO di competenza. La macchina fa cio' che viene deciso dall'uomo quasi sempre.

    Ciao Ippocrate , Tutti i DAE erogano uno shock solo in caso di FV e TV senza polso e questo indipendentemente dalla loro capacita' di erogare X Joule, ovvero il numero di J erogati non e' direttamente proporzionale al "range di aritmie" trattabili. Ciao Ti ringrazio per le delucidazioni.

    Tuttavia l'energia ottimale per la forma d'onda di defibrillazione bifasica nella prima scarica non è stata determinata. È probabile che nessuna caratteristica specifica di forma d'onda monofasica o bifasica sia coerentemente associata a un'incidenza superiore di ROSC o sopravvivenza alla dimissione ospedaliera dopo l'arresto cardiaco.

    In assenza di defibrillatori bifasici, è accettabile ricorrere a quelli monofasici. Le configurazioni della scarica con forma d'onda bifasica differiscono fra i vari produttori e nessuna delle configurazioni è stata confrontata direttamente con altre nell'uomo in termini di efficacia relativa.

    Toccare il paziente durante la scarica del Dae…

    A causa di queste differenze nella configurazione della forma d'onda, gli operatori devono utilizzare la dose di energia consigliata dal produttore J per la forma d'onda corrispondente. Se non si conosce la dose consigliata dal produttore, considerare una defibrillazione alla dose massima. E se il paziente si trova su una superficie bagnata?

    Si tratta pur sempre di una scarica di energia di circa Joule che viene erogata su un corpo, spesso in mezzo a molti astanti che osservano la scena. La domanda è quindi legittima: è pericoloso usare un defibrillatore? Posso emettere una scarica manualmente?

    No, questo principio sta alla base della differenza tra defibrillatore semiautomatico esterno e manuale: il defibrillatore manuale infatti è usato solo in ambito ospedaliero o in ambulanza da un medico, il quale sceglie l'energia da usare nella scarica da applicare sul petto del paziente attraverso speciali elettrodi e decide di erogarla al momento opportuno. In questo brevissimo periodo circa 4 msec , viene escluso il circuito a bassa tensione.

    Altri fattori che la possono influenzare sono: lo stato metabolico e patologico del miocardio, la temperatura corporea, la presenza in circolo di farmaci.

    Per convenzione si consiglia che il primo shock sia di J. Se i primi due shock non raggiungono l'obiettivo della defibrillazione, si deve somministrare immediatamente un terzo di J. Forme d'onda diverse dalla monofasica es. Se la FV viene interrotta da una scarica, ma si ripresenta nel seguito dello stesso episodio di arresto cardiaco, la ulteriore defibrillazione deve essere somministrata allo stesso livello di energia precedentemente efficace.


    Articoli simili: